lunedì 21 settembre 2015

Musing Mondays #2

Buon lunedì =)
Questa settimana finalmente avrò un po' di tempo per rilassarmi, la sessione autunnale è finita e prima del 2 ottobre inizierò solo il tirocinio, che sarà una bellissima esperienza.
Eccomi con un nuovo appuntamento della rubrica proposta da Jenn di A Daily Rhythm.

MUSING MONDAYS 
è una rubrica a cadenza settimanale proposta dal blog A Daily Rhythm 
in cui si tratta di rispondere ogni settimana ad una domanda tra quelle proposte e alla domanda casuale della settimana.


I am currently reading...
Al momento sto leggendo...

Troppi libri XD Sto approfittando di questo momento di tranquillità per leggere il più possibile, consapevole che appena inizieranno le lezioni il tempo si ridurrà nuovamente ç.ç In questo momento ho in lettura World After - L'oscurità di Susan Ee iniziato per un GDL della trilogia (organizzato da La tana di una booklover, Divoratori di Libri e Briciole di Parole: c'è sempre tempo per aggiungersi!), Le notti bianche di Fedor M. Dostoevskij e Dracula di Bram Stoker, entrambi iniziati per una Reading Challenge a squadre di cui ho preso parte su GoodReads.

World After - L'oscurità
Susan Ee
Gli angeli hanno scatenato l’apocalisse sulla terra, la loro furia è inarrestabile e non lascia scampo. Agli esseri umani non resta che decidere se rassegnarsi a un’esistenza da esuli o ribellarsi a una supremazia che non conosce limiti. Tra le macerie di San Francisco, Penryn lotta per sopravvivere insieme a sua madre e alla sorella Paige. È disposta a tutto pur di difendere le loro vite, eppure si scopre impotente quando sua sorella le viene strappata con la forza, scambiata per una creatura mostruosa da coloro che dovrebbero proteggerla. Penryn percorre le strade deserte di una città irriconoscibile sulle tracce della piccola scomparsa nel nulla, un viaggio disperato che la metterà di fronte alla crudele ambizione degli angeli e ai loro piani di distruzione: in gioco non c’è solo la salvezza della sua famiglia, ma il futuro stesso del genere umano. Solo Raffe può aiutarla, ma l’arcangelo è alla ricerca delle sue ali, senza le quali non può rivendicare il posto che gli spetta tra i suoi simili, e dovrà scegliere se salvare sé stesso o la vita di Penryn. Una storia oscura e affascinante, tornano Penryn e Raffe nel sequel di L’angelo caduto.


Le notti bianche
Fedor M. Dostoevskij
Le notti bianche è, insieme a Delitto e castigo, la più amata e la più letta delle opere di Dostoevskij. Protagonista è la figura del sognatore, nella cui esistenza, chiusa in un mondo di fantasticherie, irrompe per un breve attimo la giovane Nasten'ka.
Simbolo del pulsare delle emozioni, Nasten'ka offrirà per la prima volta al sognatore scampoli di vita vera, finché una sua lettera, con l'annuncio delle proprie nozze, non lo "risveglierà" per riportarlo al suo destino di illusioni. Sullo sfondo di una Pietroburgo deserta e quasi magica, si inserisce l'intenso dialogo tra i due protagonisti, pure voci, la cui identità è l'oggetto stesso delle loro riflessioni e della loro autocoscienza.

Dracula
Bram Stoker
Nessuna opera, nemmeno il Frankenstein" di Mary Shelley, riesce ad avvicinarsi alla tua per originalità o per il terrore che incute": così scriveva la madre di Bram Stoker al figlio, profetizzando lo strepitoso successo di "Dracula". Con questo romanzo, pubblicato nel 1897, lo scrittore irlandese consacra definitivamente il mito del vampiro, facendolo divenire, fra l'altro, l'antesignano del genere "horror", nonché un classico tout court della letteratura europea. La vicenda, ambientata fra le dense nebbie di una Londra fin de siecle e la lugubre, misteriosa Transilvania, contiene tutti gli elementi capaci di catturare l'interesse dei lettori di ieri e di oggi: la delicata storia d'amore del protagonista, Jonathan Harker, e della dolce Mina; le straordinarie, raggelanti avventure in cui il giovane si dibatte, opponendosi strenuamente alle forze del male, incarnato dal Conte Dracula (personaggio liberamente ispirato al principe rumeno Vlad II, vissuto nel XV secolo); infine, le situazioni, quanto mai sanguinarie e terrificanti, che si succedono in contesti ed atmosfere tali da lasciare, ancor oggi, sgomenti. Non è dunque un caso che il suo "Dracula" sia tuttora considerato non solo una rivisitazione del romanzo "gotico", ma pure, per molti versi, un prototipo decisivo dell"'horror" contemporaneo: basti soltanto pensare alle innumerevoli trasposizioni teatrali e cinematografiche - anche recenti - che ne sono state tratte.

Up next i think I'll read...
Subito dopo penso che leggerò...

Continuerò la saga Penryn & the End of Days con l'ultimo capitolo della trilogia, End of Days di Susan Ee e probabilmente starò ancora continuando Dracula di Bram Stoker: non mi sta prendendo molto, ma non riesco bene a capire perchè ç.ç
Una delle prossime letture sarà anche Il lato positivo di Matthew Quick.

End of Days
Susan Ee
After a daring escape from the angels, Penryn and Raffe are on the run. They’re both desperate to find a doctor who can reverse the twisted changes inflicted by the angels on Raffe and Penryn’s sister. As they set off in search of answers, a startling revelation about Raffe’s past unleashes dark forces that threaten them all.
When the angels release an apocalyptic nightmare onto humans, both sides are set on a path toward war. As unlikely alliances form and strategies shift, who will emerge victorious? Forced to pick sides in the fight for control of the earthly realm, Raffe and Penryn must choose: Their own kind, or each other?

Il lato positivo
Matthew Quick
Pat Peoples è convinto che la sua vita sia un film prodotto da Dio. La sua missione: diventare fisicamente tonico ed emotivamente stabile. L'inevitabile happy end: il ricongiungimento con la moglie Nikki. Questo ha elaborato Pat durante il periodo nel 'postaccio', la clinica psichiatrica dove ha trascorso un tempo che non ricorda, ma che deve essere stato piuttosto lungo... Infatti, ora che è tornato a casa, molte cose sembrano cambiate: i suoi vecchi amici sono tutti sposati, gli Eagles di Philadelphia hanno un nuovo stadio ma, soprattutto, nessuno gli parla più di Nikki, e anche le foto del loro matrimonio sono scomparse dal salotto. Dov'è finita Nikki? Come poterla contattare, chiedere scusa per le cose terribili che le ha detto l'ultima volta che l'ha vista? E come riempire quel buco nero tra la litigata con lei e il ricovero nel postaccio? E, in particolare, qual è la verità? Quella che ti fa soffrire fino a diventare pazzo, o quella di un adorabile ex depresso affetto da amnesie ma colmo di coraggiosa positività? Pat guarda il suo mondo con sguardo incantato, cogliendone solo il bello, e anche se tutto è confuso, trabocca di squinternato ottimismo, fino all'imprevedibile finale.

Is a rainy day likely to 
inspire you to read?
Un giorno di pioggia ti stimola la lettura?

Assolutamente sì!! Adoro la pioggia, il rumore leggero, le emozioni che riesce a trasmettere e che non sono quasi mai le stesse. E' il tipico tempo da tisana, divano, copertina ed un buon libro a tener compagnia. Probabilmente finirei pure per leggere poco, ritrovandomi incantata ad osservare la pioggia oltre la finestra oppure in giro per i vari impegni, ma se fossi in un giorno diciamo libero, mi fionderei a leggere. 

E voi? Come trovate le giornate di pioggia?
Quale libro sta accompagnando le vostre giornate?
Sono curiosa *-*

2 commenti:

  1. Avevo lasciato un commento dal cellulare, ma a quanto pare non è stato pubblicato >_> Anch'io sto partecipando a quella gara e ho appena scoperto che siamo nella stessa squadra ahahahah comunque non vedo l'ora di leggere la tua recensione di World After e di iniziare End of days (mi sto trattenendo e non ce la faccio più ç__ç).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero sì xD stasera mi impegno per finire World After *__* con tutti i vostri commenti nel gruppo mi state facendo salire la curiosità *__* io davvero sto chiedendomi perchè l'ho snobbata come trilogia >.<

      Elimina